LogIn

Procedura Immaginativa


Già da Freud e di seguito attraverso l'evoluzione della metodologia Rêve-Eveillé di Desoille divenuta poi tecnica con la Procedura Immaginativa, è stato dimostrato che l’immaginario permette di esplorare la personalità in ogni sua sfaccettatura.
Questa è una metodologia psicoterapeutica, in cui la produzione immaginativa svolge la duplice funzione di: dare al paziente uno strumento di condivisione e di espressione del suo disagio ed inoltre permettere al paziente di recuperare la propria soggettività, ovvero di ri-prendersi la libertà che la patologia gli ha sottratto.
Per fare questo, bisogna dare spazio al materiale immaginativo, in ogni sua forma privilegiando quello ottenuto in seduta attraverso l’utilizzo della Procedura Immaginativa. Tale produzione viene ricavata a partire da una specifica condizione di rilassamento soggettivo, durante il quale il terapeuta propone un'immagine di avvio, lo Stimolo Immaginativo Iniziale, che rappresenta una possibilità per il paziente di mettersi in contatto con quei vissuti che fino a quel momento sono stati fonte di disagio e che ora possono essere modificati ed affrontati. Per fare questo il terapeuta propone lo Stimolo Immaginativo Iniziale sulla base di una approfondita conoscenza, ottenuta tramite il colloquio, l’osservazione dei comportamenti e se necessario i test psicodiagnostici.
In risposta, il paziente si lascia andare ad immaginare secondo un proprio stile personale di procedere, implicandosi in una storia di fantasia, nella quale è quanto più possibile partecipe e spontaneo. Questa costruzione, rappresenta il mondo interno del paziente che viene comunicato direttamente al terapeuta mentre viene prodotta. Successivamente attraverso la lettura e ri-lettura dei suoi contenuti (Analisi Comparata dell’Immaginario), il linguaggio simbolico fatto di immagini che si legano ad altre immagini, farà emergere: i conflitti inconsci, le carenze, le distorsioni intrapsichiche, le relazioni oggettuali, le potenzialità, le rappresentazioni di istanze Egoiche, Superegoiche e dell'Es, contenuti nell'inconscio personale e collettivo, etc.
A questo punto, tutti i contenuti immaginativi, vengono riportati nell’Analisi Comparata della Realtà, attraverso la quale tutto ciò che è stato vissuto nell’immaginario, potrà essere rivissuto nella realtà.
La Procedura Immaginativa, in questo modo, permette quel movimento esplorativo-riparatorio di quelle aree conflittuali, rinchiuse dentro consistenti e rigide difese che fino a questo momento sono state utili alla paziente, ma che ora non lo sono più.


Contatto responsabile


Dott. Roberto ERCOLANI
Psicologo, Psicoterapeuta con la Procedura Immaginativa, Esperto in Ipnosi, Counselor in Sessuologia
Cell. 349 3520327 (segreteria Tel. 02 700528805)
roberto.ercolani@psicosomatica.org
prometeo@psicosomatica.org