LogIn

Lombalgia (Luisa Merati)


APPARATO LOCOMOTORE

I muscoli e le ossa sono sotto il controllo del SN centrale e periferico,sono cioè sotto il controllo della volontà e dando la possibilità di spostarsi nello spazio ,danno la possibilità di agire nell’ambiente

I muscoli:indicano forza,potenza,possibilità di conquista del mondo esterno,

Le ossa:danno stabilità e struttura,rendono possibile la stazione eretta

Dal modo di dire “farsi le ossa” si intuisce che l’ossificazione è importante per la sopravvivenza all'inizio della vita e negli anni ndella crescita per dare sostegno alla persona e alla sopravvivenza:la vita è impossibile senza le ossa e una insufficiente ossificazione rende la vita molto disagiata

Determinano anche la postura e il portamento di una persona,che sono indicatori importanti delle caratteristiche di personalità:per esempio la gobba,costringe a guardare verso il basso costringerndo ad un atteggiamento di umiltà.Da tener presente che la stazione eretta e il guardare verso l’alto sono la tappa fondamentale dell’evoluzione,e ciò che altera la postura indica quindi regressione non solo fisica ma anche psichica:Il corpo parla attraverso la postura e l'atteggiamento

Quando i conflitti irrisolti e i blocchi di energia si accumulano,uno degli organi più esposti è la colonna vertebrale:la lombalgia rivela un sovraccarico di responsabilità e il dolore costringe al riposo,l’osteoporosi indica un diradarsi delle strutture di sostegno anche a livello psichico,la scoliosi può indicare una rassegnazione distruttiva che curva la schiena.

Le articolazioni permettono di muoversi:i dolori articolari limitano i movimenti fino al totale irrigidimento,che rispecchia l’irrigidirsi a livello comportamentale,intellettuale,affettivo

L’aggressività non espressa o incompletamente espressa viene manifestata a livello motorio come infiammazione delle articolazioni (l'emozione "infuocata" viene manifestata attraverso il calore e il dolore presenti nell'artrite)

Camminare eretti è una facoltà esclusiva dell’uomo,resa possibile dalla curvatura del piede,diversa da qualsiasi altra creatura vivente.La posizione eretta non è solo una tappa filogenetica ma anche ontogenetica per cui ogni uomo si deve riguadagnare la posizione eretta nel corso della vita,come dimostrano le varie fasi di sviluppo individuale dall’infanzia alla vecchiaia

Con l’acquisizione della posizione eretta si è raggiunto anche l’uso libero degli arti superiori

Con una vita eretta,con l’elevazione della testa l’uomo si trovò ad affrontare nuovi fardelli sia fisici che psichici

Tutti i pesi assunti,fardelli ,responsabilità,portano la colonna vertebrale al centro di conflitti che possono rimanere inconsci ed estrinsecarsi somaticamente con il dolore provocato dalla tensione della muscolatura paravertebrale lombare o dallo schiacciamento dei dischi intervertebrali.

Il peso può essere eccessivo ,l’anello fibroso cede provocando un’ernia che ci rivela una pressione eccessiva  sulla colonna vertebrale:si diviene incapaci di muoversi e di lottare,si vorrebbe gridare di dolore(lombosciatalgia)

Si perde di elasticità,l’erniazione preme sulle radici nervose provocando anche paralisi delle gambe,della vescica,dell’intestino

Il nucleo molle dovrebbe essere liberato dalla pressione non solo a livello fisico,ma anche a livello psichico

La lombalgia insorta acutamente è detta colpo della strega-chi si lascia”incantare”e porta pesi non suoi,e non sa resistere all'"incanto",riceve un colpo improvviso da dietro che gli fa perdere la mobilità(liberta') e nello stesso l'immobilità lo sottrae all'ingrato compito

Dato che queste affezioni costringono al riposo,è bene ascoltare le esigenze del corpo,abbandonare i pesi superflui e stare tranquilli

 

 Si suggeriscono questi esercizi di autoipnosi cioè di visualizzazioni inn stato di rilassamento

AUTOIPNOSI-

  • Scarico di pesi…stai facendo una passeggiata con uno zaino sulle spalle…lo zaino è molto pesante poiché hai previsto una passeggiata di molti giorni…ad un certo punto il sentiero diventa sempre più difficile e devi affrontare una salita…per raggiungere la tua meta devi compiere un percorso sempre più difficile e in salita…continui il cammino,sai che la tua meta vale la fatica  …senti sempre di più il peso dello zaino sulla schiena…le cinghie premono sulle  spalle e senti i muscoli che si tendono dolgono ….capisci che per raggiungere il tuo scopo devi liberarti dei pesi inutili …ti fermi apri lo zaino e lo svuoti….lasci dentro l’essenziale…quello che ti serve veramente…e prosegui il cammino con passo più veloce e leggero…senti il corpo leggero e agile…le spalle finalmente libere…la schiena rilassata e libera sotto la carezza di un fresco venticello di montagna

  • Visualizzati in piedi….immagina un sottile e intenso raggio di luce che parte dal centro del cielo,passa attraverso la tua spina dorsale e raggiunge il centro della terra…senti che questo raggio bilancia il tuo lato destro e il tuo lato sinistro e,il tuo lato attivo e il tuo lato ricettivo…senti che bilancia perfettamente anche la tua parte terrena materiale e la tua parte spirituale

 

Quanto detto lo possiamo ritrovare anche nel simbolismo del corpo nella tradizione dei CHAKRA secondo gli antichi testi indiani e tibetani

(mettere figura dei chakra)

Nel sistema dei chakra incontriamo le immagini archetipe del’albero della vita ,dell’albero

della conoscenza e quella del serpente

 

L’albero è il simbolo del collegamento tra il sopra e il sotto,tra cielo e terra.Lo si ritrova

anche come simbolo della conoscenza,come albero del mondo che è metafora della

creazione,come asse del cosmo;e possiamo vederlo anche,arricchito dei significati

appena elencati,come asse in noi rappresentato dalla colonna vertebrale.

Il serpente nel linguaggio simbolico ,in quanto essere che striscia per terra viene associato alla terra,alla materia e persino alla materia primordiale conosciuta nella forma simbolica di acqua.

Nelle lingue semitiche la radice della parola “serpente” significava originariamenjte “vita”:il

serpente è quindi anche portatore di vita e come tale simboleggia la fecondità,la vitalità e

l’incontenibile forza vitale:in molti miti viene messo in relazione con il processo della

creazione:nella cultura indiana diviene il serpente cosmico che si morde la coda e

rappresenta quindi,apparendo senza inizio e senza fine,la forza vitale cosmica e gli eterni

cicli dell’universo

Nel modello dei chakra il serpente è la kundalini (figura)che riposa addormentata nel primo chakra alla base della colonna vertebrale umana e rappresenta la forza spirituale nel corpo umano.Quando viene risvegliata e sale verso l’alto lungo la spina dorsale diventa simbolo di illuminazione e del ritorno a Dio dall’attaccamento alla materia.Anche per gli gnostici il serpente rappresenta l’illuminazione ed è colui che libera Eva e Adamo.

Nel simbolo del serpente ritroviamo quindi elementi diversi tra di loro:rappresenta i due

poli del divenire e del decadere,la nascita e la morte,la materia e lo spirito,la spinta verso il

basso e l’aspirazione verso l’alto,il male(Satana) e l’illuminazione:Il serpente è simbolo del

cosmo e dell’insieme degli eventi universali e anche del femminile e del maschile,della

madre(divina) e del padre (divino)

Secondo le più antiche tradizioni del Vecchio Testamento,che si rifanno alla mitologia

babilonese,Eva e Adamo i progenitori biblici erano essi stessi una coppia di serpenti,e

questo si rifà sicuramente ai miti più antichi che raccontano che tutta la vita scaturisce da

un serpente originario,lo stesso serpente che ritroviamo poi diviso in due poli,il serpente

originario femminile e il serpente originario maschile

Nel caduceo(figura) i serpenti maschile e femminile si avvolgono attorno ad una verga dal basso verso l’alto:Un significato potrebbe essere che la consapevolezza,legata alla materia,tornaa liberarsi dall’attaccamento alla materia lentamente ,gradino dopo gradino(l’intrecciarsi dei corpi dei due serpenti)e sale in alto verso l’uno.

Mangiare il frutto dell’albero della conoscenza come hanno fatto Adamo ed Eva,e per farlo sono saliti in cima all’albero,significherebbe quindi tornare a Dio

Il caduceo viene portato da Hermes il dio di chi intraprende il viaggio nella vita e da

Esculapio il dio della arte della guarigione

Caduceo e modello dei chakra presentano analogie

Nel caduceo i serpenti salgono verso l’alto come due canali di energia,Essi simboleggiano

le due energie originarie della creazione polare femminile e maschile che,manifestatesi

come donna e uomo,possono agire creativamente nella materia al posto di Dio.Si vede

chiaramente come le due energie si incontrino(si uniscano) e si separino in ritmica

successione e come alternativamente l’una attraversi il campo dell’altra.

Le teste dei due serpenti alla fine si fronteggiano;è questo il punto in cui le forze di due poli

hanno la possibilità di fondersi;sopra le teste dei due serpenti un paio di ali simboleggiano

il cielo il polo opposto alla materia da cui i serpenti provengono.Le due ali che hanno in sè

ancora la polarità,sono una sfera in cui i poli finalmente si fondono nell’unità.

Un altro significato simbolico :la verga rappresenta la colonna vertebrale, i serpenti

simboleggiano il flusso di energia nel corpo,le ali rappresentano i due emisferi cerebrali,la

sfera sta per l’epifisi,l’”organo della luce”nel cervello.

Ritroviamo lo stesso schema nel modello dei chakra:al centro una verga verticale a dx e a

sx della quale si incrociano più volte due linee sinuose.Il modello ha un chiaro riferimento

al corpo umano:La linea verticale e le due linee serpeggianti simboleggiano i tre principali

flussi energetici del corpo

I flussi di energia,definiti in sanscrito “nadi”sono di natura sottile e non possono essere

individuati;questi tre nadi principali servono a incanalare il flusso vitale (Prana) attrraverso

il corpo.Il canale energetico centrale,Sushumna;si trova al centro della colonna vertebrale

 

L’energia della Sushumna è tendenzialmente rivolta verso l’alto,l’energia

femminile(serpente Eva,serpente lunare)inizia dalla narice sinistra,l’energia maschile

(serpente Adamo,serpente solare)inizia dalla narice dx ed entrambe sono rivolte verso il

basso

Ritornando agli archetipi dell’albero della vita e della conoscenza e dei due serpenti,i due

serpenti scendono verso il basso avvolgendosi all’albero della vita(verga del guaritore) e si

immergono nella materia gradino per gradino.Al punto più basso,ai piedi dell’albero,alla

fine della colonna vertebrale,si uniscono.Essi rappresentano a quel punto la forza

potenziale conferita dalla divinità alle creature perchè operino creativamente nella materia.

Da questo punto più basso ,dal chakra della base,il flusso enetrgetico si rivolge verso

l’alto.Anch’esso viene rappresentato da un essere serpentino(Kundalini).La kundalini viene

immaginata mentre riposa avvolta tre volte e mezzo su se stessa alla estremità inferiore

della spina dorsale.Il flusso ascendente del respiro della Kundalini mantiene in moto il

costante fluire del processo di consapevolizzazione .Quando sale attraversa anche tutti i

punti in cui si mincrociano i flussi discendenti delle altre due energie

Questi punti di incontro sono i centri del nostro modello dei chakra:sono considerati centri

di forza sia a livello fisico/psichico,sia a livello dell’anima e dello spirito .I chakra vengono

rappresentati come ruote con un numero variabile di raggi o fiori di loto con un numero

variabile di petali.Il termine sanscrito chakra vuol dire ruota e anche “vortice

ascendente”.Talvolta vengono anche rappresentati come imbuti le cui aperture si

estendono al campo energetico(aura) che circonda il corpo.

Comunque ogni cellula è un centro energetico,ogni cellula porta nel proprio nucleo un

centro di forza condensata,la doppia elica,il doppio serpente,che racchiude in sè la

conoscenza ,diventata materia,di tutti i caratteri ereditari,di tutti

Da quanto detto e dal simbolismo legato alla colonna vertebrale si può intuire il significato del linguaggio del corpo quando si parla di mal di schiena:.

 caduceo.jpg

kundalini-serpent-power.jpg

EVOUZIONE E MAL DI SCHIENA.jpg